iPhone Beijing

Probabilmente non sono abituati al capitalismo occidentale e alle file per i negozi. I cinesi che si sono riversati presso l’Apple Store di Beijing, per il lancio dell’iPhone 4S in Cina, hanno causato problemi di ordine pubblico. Tutta colpa della fila formata da migliaia di persone e le voci della presenza di solo 1.000 unità nel negozio.

Così la fila si è sfaldata in una marmaglia di persone in competizione le une con le altre, con l’obiettivo di saltare la fila ed entrare in tempo per comprare almeno un’unità. La mancata osservanza dell’ordine ha causato non pochi problemi, tanto da richiedere lo spiegamento delle truppe anti sommossa per mantenere l’ordine.

Lanci di uova, baruffe, insulti e tanta amarezza hanno portato Apple a fermare la vendita nella nazione asiatica. L’iPhone in Cina al momento è venduto solo on line dove i tempi di spedizione richiedono almeno 2 settimane. La società dovrà pensare a un nuovo sistema per distribuirlo, sperando di non causare feriti.

Non è la prima volta che si verificano problemi di sicurezza all’Apple Store. Per il lancio dell’iPad 2, infatti, si registrarono anche alcuni feriti e vetrine rotte. Il tutto non farà altro che alimentare ulteriormente l’industria dei falsi e il mercato nero dei telefoni.

[via bloomberg]

Join the Conversation

11 Comments

  1. Eppure da i Cinesi non me lo sarei MAI aspettato!!!li vedo tutti calmi ed ordinati…l’apparenza inganna…

  2. Non per fare del facile buonismo ma dare ai cinesi degli incivili rasenta il razzismo.
    Qui ho visto di molto peggio considerato il rapporto tra il numero di persone in fila qui ed in fila lì. Ricordo che la Cina è il paese più popoloso del mondo e ci vuol poco a creare una massa di 10.000 persone dove qui se ne radunano 2.000, con effetti analoghi.

Leave a comment

Cosa ne pensi?