iTunes Match

Il servizio di streaming musicale on line di Apple, vala a dire iTunes Match, allarga i suoi orizzonti. Dopo aver saltato dai confini degli Stati Uniti e essersi portato in alcune nazioni europee, iTunes Match è stato aperto oggi in altri 19 Paesi.

Stiamo parlando per l’esattezza di Argentina, Bolivia, Cile, Brasile, Costa Rica, Repubblica Domenicana, Equador, El Salvador, Estonia, Guatemala, Honduras, Lettonia, Lituania, Olanda, Nicaragua, Panama, Paraguai, Peru e Venezuela.

Nonostante molti di questi siano considerati Paesi in via di sviluppo, hanno ricevuto il servizio molto prima dell’Italia che, al momento, ne resta sprovvista. Cosa accade agli accordi con la SIAE? Apple sta trovando intoppi oppure il servizio è in arrivo?

[via macrumors]

Join the Conversation

5 Comments

  1. OT
    beh,se la siae fosse uno dei peggiori mali dell’italia saremmo davanti a tutte le superpotenze mondiali,visto l’andamento direi proprio che questo è un male trascurabile…

    1. Tanto trascurabile non è visto che è in passivo di centinaia di milioni di euro e che grava sulle casse dello stato… La SIAE è uno dei tanti buchi succhiasoldi che andrebbero tappati…

  2. Danno ancora più grave, rompe i cosiddetti da paura a tutti gli artisti emergenti, obbligandoli a versare contributi pensionistici (ENPALS) per ogni show e a pagare, firmando borderó anche se si suona musica propria. Non facendolo ci si espone, insieme al locale ospite, a multe da migliaia di euro, mentre i vantaggi non ci sono. Ma questa è un’altra storia, anche se spiega perchè in Italia vendano dischi sempre i soliti noti o i pupazzi usciti dai talent show!

Leave a comment

Cosa ne pensi?