Safari 5.2

Quando si apre Safari, il browser ufficiale di Apple, si noterà che di base il motore di ricerca è puntato su Google. Per evitare una situazione di posizione dominante Apple concede all’utente di puntare il motore di ricerca anche verso altri siti, come Yahoo o Bing. Ma quanto vale essere messo di base in tutte le copie di Safari?

Safari funziona in tutti i computer, eccetto quelli con Linux, e nei dispositivi muniti di iOS. In base ai dati diffusi da Macquarie Capital questa impostazione frutta a Google 1,335 miliardi di dollari in raccolta pubblicitaria. Seconda la stessa analisi, però, Google gira ad Apple ben 1 miliardo di dollari per permettere questo sistema. E’ un’informazione corretta?

La FTC (Federal Trade Commission) lo ha chiesto ad Apple. L’ente vuole maggiore chiarezza quindi ha chiesto a Cupertino di favorire la trasparenza dovuta. Apple riceve veramente tutti quei soldi? Lo sapremo presto.

[via bloomberg]

Leave a comment

Cosa ne pensi?