Gli scrittori cinesi se la prendono con Apple per le loro opere clonate

Apple tutela gli utenti da coloro non rispettano i diritti d’autore? Si, ma molto lentamente. Questa lentezza potrebbe costare alla società alcuni milioni di dollari in Cina, dove un gruppo di 22 scrittori cinesi ha attivato una causa per 50 milioni di yuan, circa 6 milioni di euro.

Al centro della disputa ci sono 95 libri che qualche malfattore ha pubblicato nell’iBookstore spacciandoli per propri. Dopo le segnalazioni la società ha eliminato i libri, ma intanto gli autori hanno perso denaro dalle mancate vendite delle opere originali.

Sul caso indaga anche la NCA (National Copyright Administration) per verificare se Apple ha colpa in quest’azione di pirateria. La società studierà un nuovo sistema per la pubblicazione dei libri?

[via chinadaily]

Cosa ne pensi?