Apple Store Lincoln Park

Il ristorante The Seakhouse di Grand Central Terminal, a New York, ha visto aumentare i suoi ricavi del 7% dall’apertura dell’Apple Store nella nota stazione. I negozi di Apple, oltre ad essere tra i più remunerativi del mondo, attirano anche tante persone, soprattutto nel lancio dei nuovi prodotti, quindi i commercianti limitrofi sono molto contenti quando se ne apre uno nelle vicinanze.

Negli USA, dove la cultura ai prodotti Apple è più sviluppata, si arriva anche ad offrire incentivi per convincere Apple ad aprire i suoi negozi. Nella città di Salt Lake City, nello Utah, il centro commerciale City Creek Mall ha offerto 5 anni di affitto gratis per un Apple Store. Nella città esiste già un punto vendita, ma Apple sembrerebbe interessata ad aprirne un secondo.

Questo tipo di incentivi non è nuovo. A Chicago la società ha ricevuto un permesso di 10 anni per utilizzare un’intera fermata della metropolitana nei pressi di Lincoln Park. Apple potrà rinnovarla applicando i suoi marchi e costruendo un Apple Store al patto che i lavori di ristrutturazione siano a suo carico. Lavori stimati per 4 milioni di dollari.

E il ricordo ricade all’Italia. Nel nostro Paese non c’è la cultura verso gli Apple Store come all’estero. Per esempio nella Galleria Vittorio Emanuele II di Milano Apple non ha ricevuto nessun incentivo nel prendere il posto di McDonald’s. Anche se la società era interessata a quell’area il comune ha gestito il tutto con una gara pubblica, gara vinta poi da Prada.

[via abc4]

Leave a comment

Cosa ne pensi?