Si dice che gli analisti migliori siano coloro hanno le fonti migliori. Poter analizzare l’andamento di un mercato richiede forte preparazione e anche doti divinatorie, ma se si conosce qualcosa che gli altri non sanno cala drasticamente il rischio di sbagliare.

Così gli analisti di Primary Global Research erano diventati bravi nel loro lavoro, ma solo perchè avevano una talpa all’interno di AT&T, l’operatore americano che è stato tra i primi a distribuire l’iPhone negli USA. In base ad un’inchiesta per un’accusa di inside trading, Alnoor Ebrahim ha ammesso di aver passato i dati di vendita agli analisti per l’iPhone e il BlackBarry.

Ora il suo patteggiamento porterà a uno sconto della pena che potrebbe arrivare, in ogni modo, ad almeno 2 anni. Non è la prima volta che si assiste ad un arresto per una fuga di notizie su Apple. Celebre fu il caso di Devine, un ex manager di Apple, che rivendeva informazioni sui fornitori ad alcune società.

[via arstechnica]

Leave a comment

Cosa ne pensi?