Il duo Microsoft e Nokia non funziona, entrambe le società perdono soldi

Dopo le voci grosse, in cui si promette di sconfiggere tutti i nemici, bisogna dar seguito ai fatti. E per il duo Microsoft e Nokia, nato dopo la nomina di Elop, ex dirigente di Microsoft nell’ex regina dei cellulari, il matrimonio al momento non ha portato frutti, anzi, la società di Redmond ha registrato il suo primo trimestre fiscale in rosso della sua storia.

Microsoft, infatti, negli ultimi tre mesi ha fatturato 18,06 miliardi di dollari con un incremento del 7% e utili per 6,2 miliardi in aumento del 2%. Non sufficienti, in un settore che cresce a due cifre, per far fronte ai costi. Un’acquisizione di 6,93 miliardi nel 2007, infatti, ha portato la società a registrare perdite per 492 milioni. Il settore di Microsoft che cresce di più è XBox 360 in aumento del 20%, mentre il settore Windows è calato del 13%.

Dal suo canto Nokia ha visto la vendita di 10,2 milioni di smartphone, di cui 4 milioni di Lumia. Non sufficienti per coprire tutti i costi e, nonostante i migliaia di licenziamenti, la società ha registrato perdite per 826 milioni di euro. Poco male considerando che nelle casse della società ci sono ancora riserve per 4,2 miliardi di euro accumulati quando sedeva come regina nel settore telefonico. Ma quanto dureranno di questo passo?

[via unwiredview e theverge]

4 Comments

  1. Tutto sommato penso sia ancora molto presto per preoccuparsi: c’è Windows 8, Office 2013 e Surface.L’alleanza con Nokia fino ad ora non ha funzionato ma solo l’anno che verrà ci dirà se si tratta di una trimestrale passeggera o ci sono dei seri problemi.

  2. Secondo me dal 2013 in poi si cambierà molto in Microsoft, ci saranno Windows 8 e WP8, Office 2013, forse la nuova Xbox e tutti i servizi di Microsoft (Skydrive, Hotmail, Messenger, Skype) saranno rinnovati con il Metro Design; mi auguro che sia così perchè anche se Apple (per me) resta imbattibile nell’ambito OS X come app e servizi, nell’ambito mobile Windows Phone promette bene.

  3. Nokia ha sempre pensato a sfornare telefoni e poi fare orecchio del mercante dal punto di vista del supporto a correggere i difetti di gioventù del prodotto.
    Specialmente adesso con i primi lumia che avranno solo un aggiornamento di transizione con wp8. Bella roba! Pensano di avere consumatori con l’anello al naso?
    Semmai questo comportamento gli poteva andare bene quando il mercato fosse stato ancora tutto suo.Purtroppo per loro non è più così!

  4. che ci fosse una perdita era inevitabile come scotto per essere entrati in un mercato combattivo.. Ma credo che la guerra non sia ancora persa. Certo che ci vuole coraggio imprenditoriale a credere nelle proprie scelte aziendali così come fece nel periodo nero Apple. cmq sono grandi aziende e non credo che si lascino suggestionare da dati sterili trimestrali.

Cosa ne pensi?