wpid Photo 16ago2012 2006

Specializzata nella biometria, cioè nel controllo del polpastrello per attivare strumenti di sicurezza, AuthenTec serviva fino a poco tempo fa oltre 12 aziende di produzione di smartphone, ma ora è di Apple.

La trattativa per l’acquisizione non è durata poco. Come rivelano i documenti consegnati alla SEC, la corrispettiva CONSOB in Italia, questa è iniziata a fine febbraio per concludersi solo il 26 luglio, un giorno prima dell’acquisizione pubblica.

Il prezzo offerto da Apple, infatti, fu inizialmente di 7$ ad azione, vale a dire oltre il 115% del valore di mercato. La dirigenza fu subito interessata all’offerta, per poi far circolare le voci sulla tecnologia biometrica assegnata al protocollo NFC. Un sistema a cui Apple mira da anni e su cui sta investendo ingenti somme di denaro.

Annunciando di essere favorevole ad altre proposte di acquisizione, AuthenTec chiese ad Apple un nuovo accordo, questa volta per 9$ ad azione. Apple, però, acconsentì a un budget massimo di 8$ ad azione chiedendo un accordo di esclusività. Accordo successivamente approvato, anche se i cui termini restano coperti da mistero.

Resta il fatto che ad AuthenTec riuscirono a giocare bene le loro carte per poter scucire un dollaro in più su ogni azione. Ora resta da vedere se Apple utilizzerà queste tecnologie negli iPhone. Considerando che ha acconsentito all’accordo a un prezzo maggiore, è probabile che sia intenzionata ad integrare il controllo del polpastrello per i suoi prodotti.

[via electronista]

Join the Conversation

1 Comment

Leave a comment

Cosa ne pensi?