Bluetooth Bulb, la lampadina che si governa con l’iPhone

Bluetooth Bulb

Si dice che Edison avesse inventato le lampadine perchè aveva paura del buio. Usando un filo di tungsteno in un ambiente privo di ossigeno era riuscito a generare una forte luce utilizzando l’energia elettrica. Sono passati decenni da quella invenzione e ora si prospetta un’evoluzione molto positiva: le lampadine LED.

A differenza di quelle a tungsteno consumano molto poco: tra i 3 e i 7 W. L’uso del LED, inoltre, permette tanti utilizzi innovativi. Bluetooth Bulb, per esempio, contiene un chip bluetooth 4.0 con cui poter interagire. Basta usare un’apposita applicazione per iOS o Android per controllare la quantità di luce emessa e il colore.

Il bluetooth 4.0 consente l’utilizzo in un’area di 50 metri quadrati. Il prezzo e la disponibilità non sono stati ancora comunicati.

Cosa ne pensi?