iBookstore

Arrivano delle novità riguardanti il caso del contratto di agenzia tra Apple e gli editori americani. Quello che era visto come un sistema per sfuggire dal monopolio di Amazon, vale a dire alzare i prezzi per contrastare i forti sconti imposti dalla società del Kindle, è stato recepito come cartello dall’Antitrust e, per tale motivo, sottoposto ad analisi.

Secondo i recenti report del Wall Street Journal, tre di questi editori (Hachette, Simon & Schuster e HarperCollins) hanno firmato un accordo in cui si enuncia la rinuncia al contratto di agenzia. Il tutto si traduce con un primo periodo di sconti per regolarizzare i prezzi e poi la successiva libertà di impostare i prezzi liberamente.

Apple e gli editori, quindi, non potranno accordarsi sui prezzi. In questo modo ci sarà maggior libertà e concorrenza nel settore editoriale dei libri elettronici.

[via wsj]

Leave a comment

Cosa ne pensi?