Il processore A6 dell’iPhone 5 non è ARM ma creato da Apple (aggiornato)

processore A6Apple sta compiendo numerosi passi avanti nel settore dei chip. Qualche anno fa acquistò la società PA Semi e da allora ha investito per costruire i processori fatti a posta per i suoi dispositivi.

L’ultimo chip A6, per esempio, è quad core e permette di raddoppiare le velocità del sistema con una riduzione delle dimensioni del 22% rispetto un chip A5, riducendo ulteriormente i consumi. Ciò permette di scattare le foto con il 40% in più di velocità, caricare le pagine a una velocità doppia, caricare giochi complessi e così via.

Il team di AnandTech, però, ha fatto anche una scoperta. Accanto al chip c’è il codice K3PE7E700F-XGC2 che, se confrontato con gli archivi di Samsung, danno un’informazione: 1 GB di RAM.

In pratica il nuovo chip integra 1 GB di RAM che non sarà, quindi, saldato sulla scheda logica. Ora bisogna scoprire che potenza di calcolo ha.

Aggiornamento: dopo alcune verifiche è emerso che il processore A6 è dual core dal lato della CPU e quad core dal lato della GPU.

[via anandtech]

14 Comments

  1. Piccola imprecisione: l’A6 è un ARM (essendo un’architettura), ma non è un modello A15, come invece era stato “pronosticato” 😉

  2. Che vuol dire non è ARM???
    Non sarà coretex A15 e sarà coretex A9…ma l’architettura rimane ARM.
    Cambiare l’architettura avrebbe comportato uno sconvolgimento generale e l’incompatibilità di iOS 6 su i precedenti iPhone…ERRORE MOLTO GROSSOLANO

  3. perdonami kiro, avevo letto da qualche parte però che il chip A6 sia dualcore e non quadcore. Forse mi sbaglio, boh!?

  4. è sicuramente un dual core. continuo a pensare di dover smettere di leggere questo blog per come viene maltrattata la lingua italiana.

Cosa ne pensi?