Apple ha riserve per 121,2 miliardi di dollari

Nonostante Apple abbia deciso di versare agli azionisti parte dei suoi introiti mediante i dividendi sulle azioni e abbia deciso di riacquistare delle sue azioni per 10 miliardi nei prossimi anni, la società aumenta ancora di più il valore delle su riserve. Dal 2011 al 2012 queste sono passate da 81,5 miliardi a 121,2 miliardi di dollari con un aumento del 49%.

Di queste 50,9 miliardi sono sotto forma di denaro e attività, 8,3 miliardi sono attrezzature, 1,1 miliardi sono risorse intangibili e 2,5 miliardi sono per i pagamenti dei dividendi. 82,6 miliardi, invece, sono in titoli negoziabili e 54,3 miliardi sono all’estero.

La società ha abbastanza denaro da poter comprare Facebook, valutata 46 miliardi di dollari, e Nokia valutata 10 miliardi di dollari se lo volesse. Speriamo che quel denaro sia utilizzato per allargare la morsa con i clienti, spesso usati come mucche da mungere. Basti pensare all’adattatore microUSB non inserito nelle confezioni degli iPhone ma venduto a parte per 19 €.

[via Apple]

One Comment

  1. La politica commerciale di Apple a volte é irritante: se eventualmente si può accettare dei prezzi elevati per i prodotti “core” come iPhone e iPad, si fa più fatica a concepire i 19 euro per un adattatore (e comunque i prezzi degli accessori in generale). É anche vero però che nessuno ci obbligare a comprare per forza degli accessori a marchio Apple. Senza andare dalle bancarelle cinesi, ci sono tante aziende di qualità che producono accessori per i prodotti Apple e che non costano uno sproposito (pur funzionando benissimo).

Cosa ne pensi?