I nuovi iPhone 5 hanno il sensore di luminosità in tempo reale

Il sensore di luminosità permette due tipi di operazioni nell’iPhone: 1) spegnere lo schermo quando si tiene il telefono alla testa; 2) ridurre il consumo dello schermo regolando la sua luminosità con l’ambiente esterno. Entrambe le operazioni servono a ridurre il consumo energetico aumentandone l’autonomia.

Nei recenti iPhone 5 con iOS 6.0.1 l’operazione di regolazione della luminosità avviene in tempo reale. Per osservarne l’effetto basta usare l’iPhone in una stanza con poca luce e attivare, mediante una lampada, una forte e improvvisa luminosità sul telefono. Vedrete, così, il sensore spostarsi da una parte all’altra.

Non tutti gli iPhone, però, sembrerebbero abilitati a questo effetto. Il mio iPhone 5 acquistato un mese dopo l’inizio delle vendite ce l’ha, ma sembrerebbe che le prime unità non l’abbiano. Nel vostro c’è?

12 Comments

  1. C’è l’hanno tutti, e da 6.0 … Io l’ho acquistato al day one … Se a qualcuno non funziona vuol dire che è difettato.

    è un nuovo sistema di gestione, dovuto al sensore diverso, solo su iPhone 5, in pratica man mano che tu vai a regolare l’intensità della luce a seconda dell’ambiente in cui sei l’iPhone lo ricorda e a quell’intensità ti offre quel valore di luminosità …

    Nel vecchio invece era assoluto, a tot luce tot luminosità schermo, ora è adattativo, a tot luce tot luminosità schermo che tu hai scelto …

    Prova a mettere un valore a buio assoluto, poi a luce intensa e luce media, lui lo ricorderà !!!

    PS il più che altro indagherei sullo schermo giallo, confrontato con iPhone 4, se è una scelta di Apple per la saturazione o no … Troppi device ne sono afflitti …

  2. Il sensore che permette di spegnere il display, quando si porta il telefono all’orecchio, è quello di “prossimità” ed è distinto da quello di luminosità. Il nuovo sistema di gestione della luminosità, inoltre, è solo software ed è stato introdotto con iOS 6.x. L’iPhone 4S, infatti, si comporta esattamente come l’iPhone 5.

Cosa ne pensi?