Recensione del FitBit One, il contapassi elettronico

fitbit-one1

Siamo prossimi alla primavera e ben presto arriveranno le prime fasi in cui bisognerà prepararsi per la prova costume. Oltre alla prova costume, però, bisogna pensare anche alla propria salute e c’è uno sport gratis che apporta numerosi vantaggi: la corsa. Correre due volte alla settimana per 30 minuti diminuisce del 68% il pericolo di infarti e, inoltre, grazie al rilascio delle endorfine, aumenta il buonumore e migliora la soglia del dolore.

Ci sono degli accessori che ci permettono di coltivare la motivazione per la corsa. Non è facile alzarsi la mattina e andare a correre per almeno 30 minuti. Diventa più facile se abbiamo degli obiettivi da raggiungere. Tra gli aggeggi tecnologici che possono aiutarci in questo campo c’è il FitBit One, un contrappassi elettronico che si sincronizza con l’iPhone mediante un’applicazione gratuita e il collegamento bluetooth.

All’interno della confezione è disponibile il FitBit One, una clip per attaccarlo ai vestiti, una fascia da braccio, un sensore wireless e un cavo per ricaricarlo. Grazie alla sua forma può resistere all’acqua fino a 1 metro poiché i due sensori per ricaricarlo sono in superficie. Il caricabatterie, infatti, funziona come una piccola conchiglia in cui incastonare il dispositivo. Sulla sua superficie, inoltre, c’è uno schermo OLED con cui è possibile consultare le informazioni registrate durante la giornata.

Una volta ricaricato tutto, all’incirca in 2 ore, offre un’autonomia di 7 giorni. Portandolo sempre con sé permette di calcolare il numero di passi effettuati, gli scalini saliti, i chilometri macinati e le calorie consumate. Impostando il proprio profilo all’interno del sito di FitBit, infatti, il dispositivo calcola il consumo di calorie in base alla nostra altezza e il peso corporeo.

Il conteggio dei passi è molto preciso, mentre per gli scalini saliti non lo è affatto e, spesso, molti scalini non sono conteggiati nonostante vengano effettuati. Per funzionare all’interno contiene un accelerometro a 3 assi e un altimetro. È presente anche la funzione vibrazione che serve per la funzione della sveglia.

Il FitBit One, Infatti, può essere utilizzato anche per monitorare l’attività notturna. Grazie alla fascia da braccio, il dispositivo calcola il numero di ore di sonno e registra l’attività notturna indicando, successivamente la sincronizzazione con il nostro account dei dati registrati, se ci siamo svegliati durante la notte e ci offre il resoconto della qualità del nostro sonno.

La funzione sveglia ci permette di uscire dal sonno mediante una serie di vibrazioni. Una funzione utile nel caso in cui dormiamo con altre persone e non vogliamo svegliarle con dei suoni. Peccato, però, che la sveglia non dialoghi con la funzione dell’attività notturna in modo da svegliarci in una fase in cui il risveglio è più riposante. Una funzione che è presente in alcune applicazioni per iPhone è che spero in futuro sia introdotta.

Grazie alle sue dimensioni di 48 × 19,3 × 9,65 millimetri e al peso di appena 8 grammi, non dà nessun fastidio nel trasportarlo attaccato al pantalone o in una tasca. Un’altra cosa interessante è il sensore wireless con cui è possibile sincronizzare i dati del dispositivo non appena ci avviciniamo al PC. Tutti i dati sono mandati al nostro account, mediante un software per Mac o Windows, con cui è possibile anche vedere l’attività svolta e impostare degli obiettivi giornalieri, settimanali o mensili da raggiungere. Grazie alla possibilità di aggiungere degli amici possiamo anche vedere in che posizione siamo in base alle attività dei nostri contatti.

La memoria interna del dispositivo permette di tracciare 23 giorni di attività. Tempo in cui bisognerà poi sincronizzare il tutto con l’iPhone o con il computer. Personalmente lo sto utilizzando molto e mi trovo molto bene. Grazie all’orologio interno diventa anche un piccolo orologio da taschino.

Se vi interessa lo trovate su Amazon per 99,99.

  • Roberto

    Non vorrei smontarti, ma accelerometri a 6 assi non ne esistono… al massimo 3…

    • Hai ragione è a 3 assi

  • Matteo

    Grazie per la recensione! Sono interessato a comprare uno di questi nuovi dispositivi ma sono molto indeciso. Vorrei fare qualche domanda. Lo porti sempre con te durante il giorno (24/7)??Hai notato dei problemi nel conta passi quando guidi la macchina, ti conta più passi oppure capisce che non stai camminando?