Arrestati dei dipendenti di fornitori di Apple per una truffa sugli iPhone

falsi iPhone

Signora, cambierebbe il suo fustino di marca con due dei miei fustini?“. La scaltra signora di un vecchio spot pubblicitario non si faceva trascinare nel tranello e restava ferma al suo fustino di marca. Qualcosa del genere è stato proposto ad Apple, ma in totale segreto al fine di effettuare una truffa.

Cinque dipendenti di un distributore ufficiale dell’iPhone in Cina, infatti, avevano creato sistema per sostituire i componenti originali nei telefoni con alcuni falsi. Simulando delle riparazioni da effettuare, infatti, i dipendenti mandavano alla società dei componenti non originali e ricevevano in cambio quelli originali.

La truffa è stata scoperta per via dell’aumento esponenziale delle richieste di riparazione e, inoltre, la polizia si è accorta delle corrispondenze dei codici identificativi troppo sequenziali per essere delle riparazioni effettuate in una popolazione eterogenea.

Per ogni telefono sottoposto a questa procedura i truffatori guadagnavano fino a 1000 yuan, vale a dire circa € 123. Il danno complessivo è stato di circa 400.000 yuan (€ 49.300).

[via theregister]

  • Myricio

    Direi che non ne valeva la pena