Steve Jobs non voleva l’iBookstore, fu un’idea di Eddy Cue

iBookstore 22

Come saprete sono ancora in corso le indagini nei confronti di Apple per quanto riguarda il settore degli ebook. La società aveva stretto accordi con alcuni editori al fine di tenere alti i prezzi dei libri e sottrarsi dal monopolio di Amazon che spingeva questi prezzi sempre al ribasso.

Durante le analisi del tribunale, c’è stata anche la deposizione di Eddy Cue, vicepresidente dei servizi Internet di Apple. Durante la deposizione c’è stata la rivelazione:

Quando ho avuto la possibilità di toccare un iPad, divenni molto convinto che ci fosse la grande opportunità per la società di costruire il miglior ebook reader che il mercato avesse mai visto. Così andai da Steve e gli spiegai i motivi per il quale fosse il miglior dispositivo per gli ebook. Dopo alcune discussioni tornò da me e mi disse “sai, penso che tu abbia ragione. Penso che sarà fantastico“. Successivamente iniziò a formulare le sue idee su quello che dovremmo fare con il settore e su come l’avremmo trasformato nel miglior dispositivo per acquistare e leggere libri.

Un’idea non tanto male, considerando che la società controlla ormai un quinto del mercato mondiale di tutti i libri digitali.

[via allthingsd]