Le mie impressioni su iOS 7 beta 1

Probabilmente è sbagliato giudicare una prima versione beta di iOS. Probabilmente è sbagliato anche semplicemente parlare, ma resta il fatto che con questa nuova versione, attualmente dedicata soltanto agli sviluppatori, Apple ha introdotto novità importanti in grado di attivare un nuovo corso.

Molti si chiedono se è possibile installare la versione beta anche non essendo sviluppatori. Personalmente non conosco la risposta a questa domanda, in quanto il mio codice UDID, vale a dire il codice identificativo del telefono, è stato inserito all’interno di un account per sviluppatori. Mi rendo conto che la curiosità di avere le nuove funzioni è alta e tutti le vorrebbero oggi stesso.

Bisogna considerare, però, che il lavoro per raggiungere una versione stabile completa è ancora lungo e vale la pena attendere. Non dimenticate mai che l’attesa aumenta il desiderio. In fondo, se ci pensiamo, la versione attuale è stata costruita in circa sei mesi e richiede ancora alcuni mesi per diventare qualcosa di realmente concreto.

La versione beta attuale, infatti, non è molto stabile e a volte capita che il telefono si riavvii solo. Capita anche che del testo venga sovrapposto a dell’altro e che alcune sezioni non funzionino bene, come per esempio quella che dovrebbe permettere di rimpicciolire il testo in tutte le finestre.

Capita anche che le transazioni grafiche siano poco fluide e che la grafica nel complesso non sia molto chiara, considerando che attualmente una parte utilizza uno stile minimalista, che fa parte del recente cambiamento di Apple, mentre l’altra parte utilizza ancora lo skeumorfismo come, per esempio, l’icona dell’applicazione iBooks.

Ci sono tantissime cose che mi piacciono di questa nuova generazione, come la possibilità di bloccare i numeri di telefono indesiderati, l’accesso al Centro di controllo per attivare velocemente delle funzioni, l’animazione grafica ZUI (zoomable user interface) che permette di ingrandire e ridurre alcune sezioni del sistema operativo in base all’ingresso all’uscita dalle applicazioni e molto altro.

Ciò che manca è stabilità, coerenza nell’aspetto grafico, un miglioramento delle transazioni e delle aggiustatine che prevederanno, secondo me, anche l’introduzione di alcune novità nelle prossime settimane. Attualmente il sistema operativo resta un passo avanti e credo che nessuno potrebbe dire diversamente.

Un passo che ha bisogno di tanti altri per dar vita ad un cammino di cambiamento. Un cammino che qualcuno può criticare, mentre ad altri può appassionare. Resta il fatto che nel bene o nel male è un cammino che andrà avanti anche se ci sono tantissime persone che vorrebbero diversamente. Non dimentichiamo che Scott Fostall per la prima versione di iOS ebbe due anni di tempo, mentre Jonathan Ive e Craig Federighi ne hanno avuto neanche uno.

iOS 7 diventerà qualcosa di cui andare fieri e criticarlo adesso è come criticare il sapore di una torta mentre il pasticciere sta aggiungendo dello zucchero all’impasto. Diventa una critica stupida e fuori luogo. Non possiamo fare altro che attendere davanti al forno e aspettare che tutto sia pronto, tra qualche mese.

  • Ormai sono due settimane che provo la beta e devo dire che non tornerei più indietro. Solo il fatto di poter disattivare il wifi quando arrivo al lavoro mi fa risparmiare la batteria. Prima arrivato alla sera con il 20% di batteria con il nuovo iOS arrivo al 50% il che non è poco. A me sembra che consumi molto meno, almeno con il mio iPhone 4.

  • Cristian.A

    Una bomba sta beta 1!! Meglio di iOS 6!!! Avrà qualche falla qua è la ma è gestibile!!! Lunga vita a iOS 7!

  • Osvaldo Luci

    Un aggiornamento sulle tue impressioni a pochi giorni ormai dall’uscita ufficiale?