Tim Cook riceverà i bonus in azioni solo se Apple migliorerà in Borsa

Tim Cook Casa Bianca

Quando Tim Cook fu assunto come CEO di Apple fece un po’ scalpore il fatto che gli furono assegnati 1 milione di azioni di bonus in 10 anni per convincerlo a restare in azienda. I giornali titolarono: Tim Cook è il CEO più pagato al mondo per aver guadagnato in un anno oltre 700 milioni di dollari, commettendo un’enorme errore, quello di credere che il bonus fosse stato pagato tutto in un anno.

Alla fine della fiera, considerando che le azioni di Apple stanno calando, l’amministratore delegato della società potrebbe trovarsi in tasca molto meno, soprattutto dopo il recente cambiamento delle regole che ne stabiliscono l’attribuzione. In base ad una scelta di Tim Cook, per dare l’esempio nella società, la Compensation Committee del consiglio di amministrazione di Apple, ha deciso di collegare l’attribuzione delle azioni in base alle performance in Borsa eliminando ulteriori bonus nel caso in cui le azioni aumenteranno di valore.

In pratica il pacchetto da 1 milione di azioni non aumenterà nei prossimi 10 anni ma potrà soltanto calare se le azioni della società non miglioreranno. Secondo il precedente accordo 500.000 azioni dovevano essere consegnate entro agosto 2016 e altre 500.000 azioni entro agosto 2021.

Con il cambiamento, invece, entro agosto 2016 Cook riceverà 100.000 azioni ed entro agosto 2021 altre 100.000 azioni. Le altre 800.000 sono collegate in base alle performance nella classifica S&P 500. Dividendo la classifica in tre livelli, se Apple finirà nel primo livello Tim Cook riceverà tutte le azioni, se finirà nel secondo livello gli verranno sottratti il 25% e se finirà nel terzo livello il 50%.

[via macrumors]