Lo streaming musicale cresce del 24% nel 2013

iTunes RadioOgni epoca ha la sua tecnologia di punta e nulla diventa stabile per troppo tempo. È una cosa che conosce molto bene l’industria della musica considerando il boom delle musicassette prima e dei CD musicali dopo, completamente smantellati dalla musica digitale. Nello stesso settore digitale c’è un cambiamento in corso: dal download della musica all’ascolto in streaming.

Ormai con le connessioni a banda larga in continua crescita, l’ascolto della musica senza scaricarla fisicamente all’interno dei dispositivi cresce sempre di più. Secondo i dati di Nielsen SoundScan, per l’esattezza, è cresciuta del 24% nei primi mesi del 2013 superando, aggiungendo lo streaming dei video, le 50 miliardi di riproduzioni.

Così dall’analisi si evince che Apple detiene ancora la maggior parte del mercato dell’industria musicale digitale: per l’esattezza il 63%. Il download di brani musicali, però, scendono del 2,3% per i brani singoli e crescono del 6,3% per gli album. La vendita dei CD cala del 14,2% mentre c’è un leggero aumento della vendita di vinili che tornano di moda come feticcio musicale.

Con il rilascio di iOS 7 Apple potrebbe guadagnare una fetta importante anche all’interno del mercato dello streaming, considerando che iTunes Radio sarà attivo automaticamente per tutti gli utenti che avranno un iPhone o un iPad.