New York e San Francisco testeranno la sicurezza di iOS 7

attivazione iPhone

A nessuno piace essere derubati del proprio smartphone. Il telefono diventa sempre di più un centro d’interesse per i propri dati personali e vedere sottrasserselo è come vedere essere privati di una parte di se. Per tale motivo i sistemi di sicurezza dovrebbero diventare un ottimo deterrente per convincere i malintenzionati a rinunciare al furto.

Se un telefono diventa inutilizzabile dopo che l’utente l’abbia bloccato, un ladro non potrebbe farsene nulla. Per esempio con l’iPhone esiste il sistema Find My iPhone che consente di vedere a distanza dov’è il telefono, permette di far apparire dei messaggi sullo schermo e cancellare tutti i dati remoto. Se un ladro formatta il telefono, però, tutto il sistema diventa inutile.

Con iOS 7 la musica dovrebbe cambiare perché, anche se si formatta il telefono, il dispositivo chiederà sempre l’accesso con i dati di iCloud. Anche se si cerca di disattivare il servizio di geolocalizzazione o cambiare le opzioni di Find My iPhone, senza password non potrà essere completata l’operazione. Un sistema che dovrebbe diventare ancora più infallibile se Apple integrerà il sensore per la lettura dei polpastrelli.

Per verificare l’efficacia del sistema il procuratore Eric Schneiderman di New York e il procuratore George Gascon di San Francisco hanno chiesto alla Northern California Regional Intelligence Center di testare la sicurezza del sistema operativo. I tecnici verificheranno se c’è un sistema per violare il controllo di sicurezza.

Se arriverà la conferma che il telefono è inviolabile, i ladri dovrebbero sicuramente girare alla larga perché rubare un mattoncino inutilizzabile diventa un rischio inutile.

Alcune info tratte da: cnet