L’aggiornamento di Google Authenticator dà problemi e sparisce dall’App Store

Google Authenticator

Anche ai più bravi capita di sbagliare. Per esempio Google, che ha eserciti di ingegneri molto capaci, ha registrato uno scivolone con l’ultimo aggiornamento della sua applicazione di Google Authenticator per iOS. Quest’applicazione permette di usare il sistema del doppio fattore di autenticazione, quindi inserendo un codice generato sul momento dall’app, per accedere ai servizi di Big G e altri come Evernote e GitHub.

Il problema è che l’update di questa mattina, che ha finalmente attivato la grafica compatibile con l’iPhone 5, ha creato seri problemi. A seguito dell’installazione molte persone hanno segnalato la cancellazione dei loro account nell’app. Questo significa che per usare i servizi collegati bisogna inserire di nuovo le autenticazioni di ogni login attraverso il sito di Google. Una scocciatura non di poco conto considerando che si vanifica, così, l’accesso ai servizi se non si effettua l’operazione.

Google al momento ha eliminato l’applicazione dall’App Store per evitare che ci fossero altri aggiornamenti. La società ha dichiarato che lavorerà per risolvere il bug inserendo di nuovo l’app nel negozio di Apple quando sarà pronta. Con applicazioni sensibili come queste, dove la sicurezza dell’utente è messa in pericolo, forse sarebbe meglio controllare più e più volte prima di sottoporre un aggiornamento.