Structure Sensor, un sensore per migliorare la realtà aumentata con il 3D

Structure Sensor

Cosa si può fare con la realtà aumentata? Praticamente tutto: i registi Lana e Andy Wachowski girarono Matrix pensando a una realtà parallela e virtuale. Il tutto sta nell’interagire con il mondo reale, registrarlo e attivare il software adatto per gestire ogni singolo componente. Per raggiungere questo obiettivo è nato un sensore: Structure Sensor.

Questo dispositivo, nato per iPad 4, permette di registrare tutti gli oggetti da una distanza di 40 centimetri dall’utente fino a 3,5 metri. Tutti gli oggetti registrati sono trasformati in 3D. In questo modo si possono spostare gli oggetti virtualmente, usarli per dei software e così via. E’ possibile registrare un tavolo, per esempio, e portarlo in un altro ambiente virtualmente, oppure creare giochi interattivi o, ancora, registrare una stanza e lavorarci su cambiando i colori in una versione virtuale.

Structure Sensor è grande 119,2 x 27,9 x 29 centimetri e pesa 99,2 grammi. All’interno ci sono anche due sensori ad infrarossi per registrare in presenza di scarsa luminosità e una batteria che, secondo i dati ufficiali, permette 4 ore di autonomia o 1000 ore in standby.

La registrazione dell’ambiente viene realizzata in risoluzione VGA a 30 o 60 fps. La società che ci sta lavorando rilascerà anche una SDK molto permissiva per consentire agli sviluppatori di creare le loro applicazioni ad hoc.

Structure Sensor è nato come progetto per Kickstarter. Su un finanziamento richiesto di 100.000 $ ne ha ottenuti quasi 700.000. Con 329 $ si riceverà un’unità da febbraio 2014.