La signora Jobs riceve un Apple II dal Nepal, ecco perchè

Larry Brilliant

Negli anni ’80 Steve Jobs si recò in India dove conobbe Larry Brilliant. I due divennero ottimi amici e lo restarono per tanti anni. Brilliant ha molto a cuore l’India e gli stati confinanti, fino ad arrivare a spendere la sua vita per aiutare chi ne ha bisogno.

Per questo obiettivo creò la fondazione Seva che ha festeggiato recentemente i 35 anni di attività. Una fondazione che senza Steve Jobs probabilmente non sarebbe mai esistita. Durante la cerimonia per festeggiare l’anniversario della fondazione, infatti, Brilliant ha raccontato di aver ricevuto il primo assegno proprio da Steve Jobs: 5.000 $. Grazie a quella donazione presto se ne aggiunsero altre fino ad arrivare alla costruzione della sede e alla realizzazione delle prime opere.

Oltre al denaro Jobs regalò anche un Apple II per raccogliere i dati inerenti l’attività svolta. Nel computer c’era l’applicazione VisiCal: un foglio di calcolo. Jobs gli disse di appuntare tutto, tanto c’era spazio infinito:

Non riuscirai a riempire mai tutta la memoria. Ci sono ben 5 MB.

Oggi sono briciole, ma per l’epoca era una memoria pachidermica. Tutto questo è stato ricordato durante l’evento a San Francisco, dove Larry Brilliant ha regalato quel Apple II alla signora Jobs, per ricordarle il grande contributo dato da suo marito al settore filantropico.