Dal rilascio dell’iPhone Google è passata da 38 a 51.000 brevetti

crescita brevetti

Entrare nel settore degli smartphone significa armarsi necessariamente di un ampio portafogli brevetti. Il settore vede l’accanimento di molti concorrenti, in quanto fattura decine di miliardi ogni anno.

A tal proposito Google conosce bene il fenomeno. Come dimostra una ricerca del MIT, infatti, entrare nel settore degli smartphone con Android si è tradotto con miliardi di dollari in investimenti per accrescere la proprietà sui brevetti.

Google è passata dai 38 brevetti in portafoglio del 2007, anno del lancio dell’iPhone, a 51.000 quest’anno. La società ne ha acquistati molti comprando Motorola per 12,5 miliardi di dollari e rilevandone migliaia da IBM.

Nonostante questo Apple registra più brevetti: circa 1.900 contro i 1.800 di Google nel corso del 2013. Chi registra più brevetti nel settore, però, è IBM che solo quest’anno ne ha registrati oltre 6.000.