Una delle parole più in voga negli ultimi anni, certificata anche dall’Accademia della Crusca, è selfie. Questo tipo di tecnica prevede di scattare delle foto a se stessi per poi condividerle in rete, magari impostandole come foto principali di Facebook o Twitter.

Grazie alla diffusione degli smartphone, che hanno ormai la fotocamera anteriore e in qualità HD, scattare delle foto a se stessi diventa molto semplice. Esistono anche delle applicazioni, come Facetune, che aiutano a correggere le imperfezioni dei volti.

Ma a tutto questo possiamo associare dei consigli su come scattare il selfie perfetto:

  1. Controllate la luce. Evitate che vi siano ombre sul viso e se il volto apparirà ben illuminato, magari con lo sfondo più scuro, il risultato sarà migliore.
  2. Provate la posa che vi piace di più. Lo so che tenderete ad arricciare la bocca in un finto bacio, ma è un po’ da truzzi. Prendete in considerazione la tecnica del Jaw line.
  3. Curate lo sfondo. Le persone che appaiono fanno parte delle foto e a volte potrebbero distrarre, così come gli sfondi. Cercatene uno adatto.
  4. Il vero selfie prevede l’uso del braccio con un’altezza superiore a quella del volto.
  5. Se la scena è più ambia evitate il braccio. Munitevi di treppiede e autoscatto.
  6. L’iPhone permette di scattare con il pulsante +. Usate quello anziché il tasto virtuale. Vi sarà più facile scattare.
  7. Evitate di scattare foto sfocate. Tenete il braccio fermo per avere un’immagine nitida.
  8. Usate i filtri, da quelli di Instagram fino a quelli di base di iOS. Anche le foto in bianco e nero sono molto suggestive.
  9. Siate spontanei.
  10. Non prendetevi troppo sul serio.

Ed è tutto. Non dimenticate l’espressività e la cura del viso.

Leave a comment

Cosa ne pensi?