Una class action chiede 840 milioni di $ ad Apple per il caso ebook

iBookstore scolastico

Il 4 febbraio ci sarà un audizione per Apple in riferimento al caso degli ebook. Come saprete, infatti, la società aveva stretto accordi con alcuni editori per tenere i prezzi dei libri elettronici alti. Un sistema creato per fare più soldi e per sottrarre gli editori dal potere di Amazon.

Il giudice ha stabilito che questo tipo di attività va contro le norme del libero mercato e punirà Apple per questo. Secondo i documenti ufficiali il danno ricevuto dagli utenti ammonta a 280 milioni di dollari, come stabilito dal giudice Denise Cote.

Una recente class action, firmata dallo studio legale George Sampson, ha chiesto il triplo dei danni stimati dal giudice. La richiesta è di 840 milioni di dollari. Denaro che dovrebbe essere distribuito tra i clienti che firmeranno la class action.

Una somma di denaro non di poco conto, ma che in rapporto al fatturato della società potrebbe essere pagata senza problemi, considerando che solo negli ultimi 3 mesi l’iTunes Store ha fatturato 4,4 miliardi di dollari.

La parola passa al giudice che stabilirà l’ammontare dei danni causati dalla società al mercato.

Cosa ne pensi?