Corning cerca di convincere che il vetro zaffiro fa schifo

Gorilla Glass 3

In un clima di "Io ti ho creato e io ti distruggo", Apple si appresta ad abbandonare in parte l'uso del Gorilla Glass a favore del vetro zaffiro. Fu Steve Jobs, sotto indicazione di Jony Ive, a contattare l'allora piccola società Corning per far produrre le coperture dei suoi iPhone. Una scelta che ha portato un enorme fiume di denaro in quest'ultima.

Recentemente, come saprete, Tim Cook ha dichiarato di aver investito in un impianto in Arizona per la produzione del vetro zaffiro. Componenti che saranno destinati ad un "progetto segreto", forse l'iWatch o l'iPhone 6. Fatto sta che questa scelta non è piaciuta a Tony Tripeny, vice presidente di Corning, che ha pubblicato un report in cui spiega come il Gorilla Glass sia meglio del vetro zaffiro:

Produrre un vetro zaffiro costa 10 volte di più di un Gorilla Glass, perché la struttura di cristalli dello zaffiro è difficile da lavorare. Inoltre a parità di grandezza il vetro zaffiro pesa 1,6 volte di più ed è richiesto 100 volte la quantità di energia per produrre un Gorilla Glass. Avendo una densità maggiore richiede che lo schermo sia più luminoso e ciò riduce l'autonomia della batteria.

Quindi il vetro zaffiro è costoso, inquina ed è pesante. Saranno cose vere o sta semplicemente portando acqua al suo mulino? Jony Ive dovrebbe aver studiato bene questo materiale prima di portare Apple ad un investimento di tale portata. Chi avrà ragione?

4 Comments

  1. La paura di perdere le commesse e di ridiventare una piccola azienda nel giro di pochi anni. Mettiamoci in testa che se Apple userà il vetro zaffiro su iPhone passerà pochissimo tempo che le fotocopiatrici android si mettano in moto e questo spaventa moltissimo la Corning che perderebbe il suo cliente più grande (Apple) e progressivamente tutti gli altri.

  2. Ma, le fotocopiatrici, come tu le chiami, adottarno il GG prima di APPLE, motorala sulla sua fascia alta, utilizzava le soluzioni di Corning già da tempo. Potrebbe benissimo essere che la decisione non sia pasata per Ive, ma emplicemente presa da TC, per diversificare i fornitori, e non ritrovarsi in un prossimo futuro con un’altro caso SAMSUNG per le mani. Per inciso APPLE dipende al 25 % (componenti utilizzati) da SAMSUNG, quindi se SAMSUNG, allo scadere dei contratti a fine 2014, decidesse di non rinnovarli (cosa improbabile ma non da escludere completamente), APPLE si troverebbe nella ca xx cca… Guarda caso ha iniziato ad investire ingenti capitali in società che producono semiconduttori da quando ha iniziato a litigare con SAMSUNG, ok per i processori, ma per le memorie ? SAMSUNG detiene la quasi totalità dei brevetti di queste, ed è l’unic ad avere un’efficiente processo produttivo, e quindi remunerativo…

    • No nella biografia ufficiale di Steve Jobs viene raccontato l’episodio in cui Jonathan Ive parlò di questa società sconosciuta, all’epoca, che produceva questo vetro resistente.

  3. Sconosciuta ? Ma scherziamo, era sconosciuta al settore telefonico, forse, ripeto motorola montava i sui vetri/display già dal ’97 Blackberry dal 2001. E’ comunque un’azienda che è in piedi dalla fine del 800, è stato uno dei primi produttori di pirex. Apple forse ha reso famoso il gorrilla glass, ma la Corning, non è solo gorrilla…

Cosa ne pensi?