fornitori Apple

Non puoi costruire un marchio che simboleggi correttezza, trasparenza e giustizia se poi ti rifornisci in quegli Stati che schiavizza i suoi cittadini per l’estrazione dei materiali. Per tale ragione Apple ha effettuato delle analisi molto approfondite tra i suoi fornitori, affinché si servano solo negli Stati Conflict-Free, quindi senza guerre.

Queste indagini hanno portato alla stesura di un report disponibile sul sito di Apple. Nel report vengono elencate le società che offrono materiali quali oro, coltan, cassiterite, wolframite, tantalio, stagno e tungsteno. Le analisi sono state effettuate dal 2010 al 2013 su 400 fornitori.

Nell’elenco c’è anche una società italiana, la Chimet SpA di Arezzo, che si occupa di recuperare i metalli preziosi dagli scarti industriali.

Leave a comment

Cosa ne pensi?