Apple Pay

Mentre negli Stati Uniti si divertono a pagare con Apple Pay, in Europa siamo in attesa che questo sistema sia attivato e si diffonda. Ma come mai non c’è ancora? È perché ci sono pochi negozi che consentono di usare il sistema contactless?

In realtà non è così. Il limite è da riscontrare negli accordi che Apple deve ancora stipulare con le migliaia di banche europee. Tutto qui. A dimostrazione di ciò vi invito ad un esperimento che potrete provare voi stessi, se avete iOS 8.1.

Andando in Impostazioni > Generali > Lingua e Zona e cambiando la regione in Stati Uniti, noterete che in Passbook c’è la finestra di attivazione di Apple Pay e, addirittura, è localizzata in italiano.

Se provate a inserire una carta di credito noterete che non è possibile farlo, perché l’istituto bancario emittente non ha accordi con Apple. Se avete una carta di credito americana, per intenderci, potrete aggiungerla e usare già da oggi Apple Pay in Italia.

[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=w9PRYphuCLc&w=530]

Join the Conversation

3 Comments

  1. ma per quale assurdo motivo le serve fare l’accordo con tutte le singole banche piuttosto che agganciarsi semplicemente ai circuiti mastercard e visa come fanno paypal e simili?

    1. Perché gli emittenti le carte sono le banche e non i circuiti ed è alle banche emittenti e non ai circuiti che apple chiederà le fee per ogni transazione effettuata. Questo modello quindi prevede che i costi delle transazioni vadano sulle banche emittenti (quindi potenzialmente potrebbero finire sui portatori di carta) pertanto le banche emittenti devono essere in accordo con Apple (per essere addebitate di queste fee). Oggi in Europa il modello è esattamente l’inverso: le banche emittenti incassano una fee ad ogni transazione dalle banche che convenzionano gli esercenti. I consumatori titolari di carta non pagano ad ogni transazione delle fee ed i costi vengono ribaltati, alla fine, sugli esercenti.

Leave a comment

Cosa ne pensi?