The Whole Pantry cacciato dall’App Store e dalla pagina dell’Apple Watch

The Whole Pantry

Quanto è importante la condotta personale e morale per vendere applicazioni? Se nella vita privata sono un farabutto, ma sono un eccelso sviluppatore, Apple può impedirmi di vendere le mie app? A quanto pare la risposta è sì.

L’applicazione The Whole Pantry ha ricevuto anche dei riconoscimenti dal 2013, quando ha iniziato ad aiutare le persone a tracciare l’alimentazione a scopi salutari, tanto da essere segnalata più volte da Apple.

La società di Cupertino l’aveva inserita anche nella pagina dell’Apple Watch, perché è in sviluppo una versione per lo smartwatch, con l’obiettivo di prendere nota più velocemente del cibo ingerito.

Peccato che la sua sviluppatrice, la ventiseienne Belle Gibson, abbia effettuato una piccola truffa, anche se probabilmente non consapevolmente. Utilizzando dei metodi non scientifici, si era auto diagnosticata un cancro al cervello.

Attraverso il suo sito Belle ha cercato fondi per le cure, ottenendo migliaia di dollari. In seguito si è scoperto che non c’era nessun tumore. Apple non ha preso bene la notizia e ha eliminato The Whole Pantry dall’App Store.

Alcune info tratte da: smh

Cosa ne pensi?