Negli USA la musica digitale ha superato i CD

musica digitale vs cdIl settore musicale è stato uno dei più colpiti dallo sviluppo di internet. Sin dagli esordi della rete si è compreso come fosse facile trasportare dei brani musicali usando internet. La musica digitale, legale, ha trovato campo fertile, tanto da superare le vendite dei supporti fisici.

La RIAA (Recording Industry Association of America) ha diffuso i dati del 2014. Il settore musicale negli Stati Uniti è calato dello 0,5% a quota 6,97 miliardi di dollari. La vendita dei CD è calata del 7,1% giungendo a 1,85 miliardi di dollari.

Ormai i dischi si vendono molto meno, basti pensare che il settore dello streaming musicale, cresciuto del 29% rispetto all’anno precedente, ha toccato quota 1,87 miliardi di dollari. Ancora buono il settore del download a pagamento, dove l’attore principale è iTunes. Qui si nota un calo dll’8,7% a quota 2,58 miliardi di dollari.

Per lo streaming musicale, dove Spotify e Pandora la fanno da padrona, ovviamente si preferisce le versioni gratuite. Qui, però, i ricavi sono pochi. Le pubblicità portano appena 295 milioni di dollari. La vendita di abbonamenti, invece, porta 799 milioni di dollari.

Curioso vedere come la vendite di suonerie per cellulare copra ancora l’1% del mercato.

Alcune info tratte da: cnet