Apple ha rilevato Dryft e la sua tastiera virtuale

Ricordo del progetto di Dryft perché ne parlai su TimOfficial qualche anno fa. Questa tastiera virtuale, nata prima che Apple consentisse le tastiere di terzi, risolve un problema molto semplice: la posizione delle dita sullo schermo.

Con le classiche tastiere, quando si scrive con due mani, bisogna posizionare le dita all’altezza dei tasti giusti, come in quelle fisiche. Questo porta a scrivere male quando le dita sono posizionate nella posizione errata.

Dryft, invece, posiziona i tasti dove si appoggiano le dita. Basta appoggiare le dita sullo schermo per far apparire la tastiera in quella posizione. Bene, Apple ha comprato Dryft. Il fondatore della startup, Randy Marsden, ha cambiato status su LinkedIn rivelando di lavorare in Apple. Marsden ha fondato anche Swype, la celebre tastiera che scrive trascinando il polpastrello sui tasti.

Con iOS 9, quindi, potrebbero arrivare importanti novità per la tastiera base di Apple.