Best Buy abbraccia Apple Pay e il CEO di CurrentC si dimette

Apple Pay

Best Buy è la catena di elettronica più grande degli Stati Uniti. È corrispettiva di Mediaworld in Italia. Con 1150 negozi, possiede il 21% dell’intero mercato elettronico al dettaglio negli USA.

Quindi capite quanto sia importante, in termini strategici, coprire i punti vendita. Per questo motivo Apple aveva insistito tanto nel proporle Apple Pay. Il problema è che CurrentC, un consorzio concorrente, era riuscito a strappare per primo il contratto per i pagamenti elettronici nei negozi di Best Buy.

Ma come si dice in questi casi: è il cliente a decidere. Dopo le tante pressioni degli utenti, la catena di elettronica ha dovuto fare marcia indietro ed adottare Apple Pay. La società di Cupertino può festeggiare.

Vista la défaillance, il CEO di CurrentC ha consegnato le sue dimissioni. Ora non resta che attendere l’arrivo di Apple Pay in Italia.

  • LeonardoM

    Prevedo soldi a cascata per Apple, dato che in futuro verranno utilizzato solo dispositivi per pagare.

  • Antonio Magno

    Io invece prevedo che non avrà tutta questa penetrazione al di fuori degli Stati Uniti, dove gli ISSUER delle crate di credito e le banche chiedono commissioni già alte, alle quali andranno aggiunte quelle del servizio di pagamento, tutte a carico degli esercenti… In USA la situazione è ben diversa, e le commissioni sulle transazioni sono ridicole e negoziabili.