Apple attiva un prestito obbligazionario da 1,8 miliardi in Giappone

rotolo soldi

Continua la richiesta di indebitamento da parte di Apple. Una mossa finanziaria dettata non dalle scarse risorse della società, ma dalla possibilità di approfittare di tassi di interesse bassi e vantaggi fiscali.

Dopo i 17 miliardi chiesti nell’aprile 2013, 12 miliardi chiesti nell’aprile del 2014, i 2,8 mld nel novembre 2014, i 6,5 mld chiesti nel febbraio 2015, gli 8 mld del maggio del 2015, arriva una nuova richiesta da 1,775 mld.

Il prestito è stato chiesto in Giappone ed è pari a 250 mld di yen. Il tasso è dello 0,35% e sarà ripagato entro giugno del 2020. Le banche che se ne occuperanno sono la Goldman Sachs e la Mitsubishi UFJ Securities International.

I sottoscrittori giapponesi potranno fare richiesta alle rispettive banche.

Alcune info tratte da: apple

Cosa ne pensi?