Il WiFi nei locali in Italia ora è completamente libero

WiFi ZoneRicordate il decreto Pisanu sul WiFi in Italia? Una norma molto repressiva, nata dopo gli attacchi terroristici negli Stati Uniti. Per evitare la circolazione delle informazioni tra i terroristi, o almeno quello era il proposito, erano state blindate tutte le connessioni nei locali pubblici.

Così ciascun esercente doveva attivare un sistema burocratico pastoso e costoso, formato da fotocopie di carte di identità, firme e tracciamento degli IP. Una soluzione insostenibile per un paese moderno e a forte caratterizzazione turistica come il nostro.

Per questo motivo, nel 2005, con la legge n.155, si decise di eliminare tutta questa burocrazia, lasciando solo il sistema di tracciamento, per avere un registro degli accessi in caso di richieste da parte delle autorità.

Con una modifica del Decreto del Fare, all’articolo 10, avvenuto ieri, però, è sparita anche la necessità di tracciabilità. In pratica ora i ristoranti, alberghi, bar e tutte le altre attività commerciali potranno installare una rete WiFi nella propria struttura e consentire a tutti di collegarsi senza password.

Non rischieranno più nessuna sanzione e i clienti potranno collegarsi senza problemi. Ora non ci sono più scuse: aprite i vostri WiFi.

One Comment

  1. Ora che tutti i commercianti sapranno della notizia questo paese sarà già fallito 😀

Cosa ne pensi?