Recensione della Juice Pack Air di Mophie, una custodia con batteria per iPhone 6

Forse tra 10 anni chi leggerà questa recensione sorriderà e penserà a cosa eravamo costretti nel passato, quando dovevamo ricaricare lo smartphone almeno una volta al giorno. Spero di raccontarvi quel giorno, tra 10 anni, in cui tutto questo non sarà più necessario.

Nel frattempo meglio mettere i piedi per terra e pensare ad una batteria esterna per l’iPhone. Uno degli attori più importanti del settore è Mophie, che da anni studia delle soluzioni per fornire energia aggiuntiva ai telefoni di Apple. Tra gli ultimi modelli c’è il Judice Pack Air per iPhone 6.

Questa batteria è molto comoda perché è integrata nella custodia. In questo modo non avrete cavi penzolanti per ricaricare l’iPhone. La confezione è molto curata: due scatole di cartone, infilata una nell’altra, nascondono la custodia. All’esterno le grafiche ne mostrano tutte le caratteristiche in varie lingue.

Una volta aperta, nella confezione troveremo la custodia, un cavo microUSB, le istruzioni e una prolunga per il jack per le cuffie. Grande 15,5 x 7,4 x 1,5 centimetri, ha un peso di 100 grammi. Per inserire l’iPhone al suo interno bisogna alzare un componente ad incastro, infilare il telefono ed applicare di nuovo il componente staccato prima, per chiuderla.

L’ingresso del telefono avviene senza tante difficoltà. Nella sezione inferiore della custodia c’è la porta Lightning per la carica. Esteticamente il dispositivo presenta due elementi che direzionano l’audio verso l’utente, visto che speaker e microfono vengono coperti. Sul profilo sinistro ci sono i pulsanti di vibrazione e volume, che coprono quelli dell’iPhone. Sul profilo destro c’è il pulsante di accensione, anche questa volta una copertura di quello dell’iPhone. In basso abbiamo una porta microUSB per la carica e l’ingresso delle cuffie. Sul retro c’è il foro della fotocamera, un interruttore per attivare la carica e un pulsantino che accende 4 LED, per sapere quanta energia c’è.

Anche se Mophie la pubblicizza come la custodia con batteria tra le più sottili, bisogna evidenziare che l’iPhone aumenta inevitabilmente di spessore. Basti vedere il foro della fotocamera per accorgersi di quanto. La custodia aggiunte anche peso al telefono. Nonostante questo in tasca mi è apparso abbastanza comoda da trasportare.

La batteria della custodia ha una potenza di 2.750 mAh. Nelle mie prove sono arrivato ad una carica completa del 100%, quindi è come portare con se una seconda batteria dell’iPhone. Quando la custodia viene collegata alla corrente, mantenendo l’iPhone al suo interno, questa ricaricherà prima lo smartphone e poi la batteria aggiuntiva.

Durante la giornata, tramite il pulsantino posteriore, potrete decidere se ricaricare l’iPhone oppure no. Una volta raggiunto il 100% di carica, la custodia continuerà ad alimentare l’iPhone fino a quando non si esaurirà. A quel punto potrete toglierla per una carica, oppure per liberare il telefono dall’armatura. Avrei preferito che la carica della custodia avvenisse con un ingresso Lightning. Con l’ingresso microUSB bisogna portare con se un secondo cavo, anche se è più probabile trovarne uno in giro.

Oltre a ricaricare il telefono, la Mophie Juice Pack Air lo protegge anche. Il grado di protezione, secondo la scala di Mophie (che va da 1 a 4) è di 2, quindi una protezione intermedia. In caso di urti sarete al sicuro, ma non sfidate mai la sorte.

Utile per essere sicuri di non rimanere mai senza carica durante la giornata, la Mophie Juice Pack Air si vende in vari colori per ogni esigenza. Su Amazon è venduta per 99,95 euro trasporto incluso.

Cosa ne pensi?