RoBoHoN, il robot che in realtà è un telefono

RoBoHoN

Da anni ci si chiede quale forma potrebbe avere lo smartphone del futuro. Ormai tutti i modelli attuali si assomigliano: sono dei rettangoli con un grande schermo. Ma questa forma rimarrà per sempre, oppure in futuro dovremo abituarci a nuovi design?

Sharp ha provato a immaginare una forma completamente diversa di quella attuale: la forma di un robot. Il suo RoBoHoN, creato da Tomotaka Takahashi, è praticamente un robot. Ha gambe e braccia, riesce addirittura a camminare e parlare.

Sul retro, però, possiede uno schermo di uno smartphone con il quale interagire, inoltre permette di telefonare come i comuni telefoni. All’occorrenza il robot di piega e assume la forma di una cornetta.

Grazie ad una fotocamera e un proiettore sulla testa, RoBoHoN proietta uno schermo con i contenuti del telefono. Supporta anche i comandi vocali. A vederlo in opera sembra veramente simpatico.

Alto 19,5 centimetri e dal peso di 390 grammi, possiede un processore quad-core da 1,2 GHz, WiFi e uno schermo da 2”. La disponibilità è fissata per gli inizi del 2016. Al momento non sappiamo quanto costerà.

Cosa ne pensi?