L’importanza della sicurezza nella gestione del denaro nelle app

sicurezza app

Quanto è importante la sicurezza on line per voi? Credo che bisognerebbe affrontare questo argomento considerando che, in media, possiamo preoccuparci per gradi. Quindi come nella maggior parte delle cose bisogna rispondere “dipende”.

Se si tratta della sicurezza riguardante un account vuoto, possiamo valutare la sicurezza come superflua. Per la posta elettronica la sicurezza è molto importante, mentre per la gestione del denaro la cosa diventa fondamentale. Tra i freni nella diffusione del denaro digitale c’è proprio il tema della sicurezza.

Molte persone credono che sia più sicuro mantenere del denaro sotto il materasso, perché lo si controlla direttamente. Ma non dimentichiamo che la serratura di casa non è a prova di ladro. Altre preferiscono chiudere il denaro in una cassaforte. Personalmente preferisco affidarmi al denaro virtuale.

Il motivo è molto semplice: i sistemi di sicurezza in questo settore hanno raggiunto livelli molto affidabili, inoltre, se proprio le cose dovessero mettersi male, esiste sempre un ente che protegge i conti correnti da possibili frodi.

Tutto questo deve sposarsi con l’esperienza utente. Immaginate di dover entrare in banca ed essere sottoposti a decine di controlli. Immaginate di finire sotto uno scanner, un lettore di impronte digitali, una serie di firme, la fotocopia del documento di identità e una registrazione in cui giurate di essere voi. Entrereste in banca volentieri? Io credo proprio di no.

Lo stesso principio deve essere applicato alle banche on line. Se vi chiedessero numerosi controlli per accedere al vostro conto, finireste con l’annoiarvi e preferire gestire il vostro denaro in modo diverso. Quindi come viene gestita la cosa?

Ho chiesto lumi al nostro contatto nel settore bancario per eccellenza: la banca Widiba. Il team di Widiba è stato molto felice di parlarmi del grande processo di integrazione delle tecnologie moderne per proteggere i conti di tutti e, nello stesso tempo, favorire l’accesso ad ogni funzione.

In pratica su ogni conto ci sono più sistemi di sicurezza che funzionano tutti insieme. Per offrire l’esperienza migliore, però, l’utente interagisce con ognuno di questi in modo diverso in base all’area del suo conto e al tipo di operazione.

È come se una persona riconoscesse una persona fidata al telefono dal tono della voce, dal suo modo di parlare e dal modo di comportarsi. E in effetti Widiba ha integrato il riconoscimento vocale quale primo strumento di accesso. Tramite la password vocale, creata sul timbro di voce personale, l’utente può accedere al conto, ma può anche farsi riconoscere dal servizio clienti telefonico, in modo da evitare di digitare la password.

Una volta effettuato l’accesso entra in azione un ulteriore livello di autenticazione. Un complesso algoritmo traccia il modo d’uso del conto. Se il sistema rivela qualcosa che non fa attiva un blocco: l’autenticazione mediante un codice ricevuto via SMS. I vari sistemi di sicurezza si susseguono, si accumulano, fino a diventare più precisi nel riconoscimento dell’utente. In questo modo si ha la certezza di escludere possibili accessi non autorizzati.

Tutto questo è organizzato in modo da ridurre al minimo i numeri dei passaggi. Basti pensare che Widiba non usa dispositivi per la generazione di codici usa e getta, gli stessi che tendiamo a dimenticare nel cassetto, ma piuttosto usa gli strumenti più recenti per fornire la possibilità di accedere al conto in modo sicuro e con meno passaggi possibili.

Per esempio l’app per iPhone, che poi si gestisce anche dall’Apple Watch, permette l’accesso con il Touch ID. Una volta che si ha lo smartwatch sul polso, considerando che precedentemente è stato effettuato l’accesso all’orologio con un codice, l’app non chiede più una password per leggere le informazioni del conto. In questo modo si evita un passaggio che può rappresentare un ostacolo per la consultazione in mobilità.

Quindi la sicurezza on line è molto importante, ma è anche importante l’esperienza utente. Avere le due cose insieme consentirà di eliminare gli ostacoli verso la diffusione dei servizi on line. La consapevolezza di questi sistemi, insieme alle informazioni che aiutano ad evitare le frodi on line, possono consentire di avere un grado di sicurezza molto più elevato. Il materasso potrà essere usato semplicemente per dormire, questa volta sonni tranquilli.