Swift diventa open source, conquisterà gli sviluppatori?

Swift 2

Apple lo aveva promesso e lo ha fatto. Swift, il linguaggio di programmazione creato nei suoi laboratori, è stato liberato ed ora è open source. Questo significa che tutti potranno usarlo senza pagare un centesimo.

Apple ha diffuso il linguaggio e le sue specifiche sotto licenza Apache 2.0. Il pacchetto riguarda, oltre al linguaggio in se, Swift Compiler, Debugger, Standard Library, Foundation Libraries, Package Manager e REPL.

Chi vuole può utilizzare il linguaggio per migliorarlo e utilizzarlo nei suoi sistemi, con il fine di realizzare applicazioni. Swift è anche disponibile su GitHub e prevede il supporto per tutte le piattaforme di Apple.

Attraverso il sito Swift.org è possibile scaricare tutto ciò che serve per programmare. Volendo Swift potrebbe essere utilizzato liberamente anche nelle scuole, per insegnare la programmazione ai bambini. Oppure può essere usato nei corsi pubblici e privati e così via.

Avere un linguaggio di programmazione open source potrebbe diventare interessante per gli sviluppatori e per il futuro del linguaggio stesso.

Cosa ne pensi?