Facebook Reactions ora sono disponibili per tutti

Facebook Reactions

Un tempo era possibile solo leggere un contenuto su Facebook e dire se ci piaceva o meno. Il pulsante con il pollice verso l’alto, preso dalla tradizione romana nelle arene1, indicava che ci piaceva qualcosa e, di solito, la preferenza veniva notificata agli amici.

Da tempo, però, si chiedeva a Facebook di offrire altre preferenze, come il “non mi piace”. La società di Menlo Park ha reso disponibile per tutti la funzione Reactions per esprimere sensazioni diverse dal “Mi piace”.

Ora tenendo premuto sul pulsante “Mi piace” si può accedere ad un sotto menu con diverse razioni, come: amore, ilarità, stupore, tristezza e rabbia. Ovviamente è ancora possibile fare “Mi piace” come prima.

Le varie informazioni serviranno alla società a comprendere meglio le sensazioni collegate ai contenuti, per migliorare il suo algoritmo e offrire pubblicità ancora più targettizzate. Sarà possibile, per esempio, offrire la camomilla a chi si ritiene sempre nervoso.


  1. Anche se nelle arene il pollice in su era segno di morte. Significava spada sguainata per uccidere. Mentre il pugno chiuso significava vita, perché la spada andava risposta nel fodero. ↩︎

Cosa ne pensi?