Un ex avvocato di Apple fa causa ad Apple

TribunaleSecondo i dati recenti giunti dal caso di San Bernardino, Apple ha un esercito di avvocati in giro per il mondo. Bruce Sewell, consigliere generale di Apple, sarebbe a capo di un team di ben 500 avvocati pronti a far valere i diritti della società o proteggerla dagli attacchi esterni.

Uno di questi avvocati era Feras Mousilli che, ironia della sorte, ha deciso di mordere la mano che lo nutriva. Dopo essere stato licenziato nel gennaio del 2015, Mousilli ha deciso di fare causa alla società e vedersela con i restanti 499.

Il motivo del licenziamento, secondo Mousilli, sono la sua religione: l’avvocato è mussulmano. Mi appare un po’ strano che Apple, in piena campagna per l’eliminazione delle discriminazioni, abbia licenziato un avvocato perché mussulmano.

Secondo Mousilli spesso i colleghi gli mandavano battute sull’ISIS, inoltre la società si rifiutava di spostare le riunioni durante le ore della preghiera.

Il motivo ufficiale del licenziamento, secondo Apple, è stata la negligenza di Mousilli. L’avvocato, infatti, aveva mostrato un prototipo dell’Apple Watch ai suoi familiari e ai suoi amici, nonostante vi fosse la segretezza.

L’avvocato ha chiesto un risarcimento di 25.000 $ di salari arretrati a cui bisognerà aggiungere un “congruo risarcimento danni”. Riuscirà a spuntarla sulla società?

Cosa ne pensi?