Apple perde in appello e dovrà pagare 450 milioni per gli ebook

iBookstore scolastico

Finalmente sembra sia arrivata l’ora di porre la parola fine per il caso di Apple e gli ebook. La società si era messa d’accordo con alcuni editori per alzare i prezzi dei libri e spostare l’interesse da Amazon all’iBooks Store. Operazione che ha creato un cartello sanzionato dall’Antitrust.

Da una class action, partita inizialmente da una richiesta di 840 milioni di dollari, il giudice aveva quantificato il danno per i clienti per 450 milioni di dollari. La società era arrivata in appello alla Corte Suprema per evitare di pagare il risarcimento. Appello che adesso è stato ufficialmente rifiutato.

La società dovrà pagare 450 milioni di dollari agli utenti, purtroppo tutti americani. La class action vale solo per chi ha firmato l’azione collettiva.

Chi ha acquistato ebook tra aprile 2010 e maggio 2012 riceverà un rimborso fino a 6,54 $ per ogni ebook best seller e fino a 1,5 $ per ogni altro ebook. Gli editori interessati sono:

  • Hachette Book Group, Inc.
  • HarperCollins Publishers LLC
  • Macmillan, aka Holtzbrinck Publishers LLC
  • Penguin Group Inc.
  • Simon & Schuster, Inc. & Simon & Schuster Digital Sales, Inc.

Sul sito eBooklawsuits ci sono tutte le informazioni della class action.

One Comment

  1. Il comportamento di Apple in questa situazione è stato assolutamente deplorevole, ed è stato sacrosanto sanzionarla con la giusta “punizione”. I lati oscuri di Apple non vanno mai “nascosti” o censurati, ottimo fare luce sulla cosa senza partigianeria . Peró vivaddio un pizzico di rimpianto per la Apple “badass” di un tempo contro quella di oggi sempre in prima fila su ogni pseudo battaglia politically correct (fatta eccezione per la questione San Bernardino, lì Cook sta facendo la storia per me).

Cosa ne pensi?