CareKit, il nuovo framework open source di Apple per la salute

CareKit

La ricerca per la cura delle malattie può progredire solo se si raggiungono grandi numeri. Avere più dati e, soprattutto, averli velocemente, significa accelerare le prove per trovare le cure. Questo può avvenire solo mediante l’uso della tecnologia.

Apple sta svolgendo un grande ruolo in questo campo. Grazie a ResearchKit, un framework open source, gli istituti di ricerca possono creare app per iOS e WatchOS per raccogliere dati presso i volontari affetti da malattie. Un processo che probabilmente, si spera, tra qualche anno porterà alla cura di malattie importanti, come il Parkinson.

La salute, però, passa anche per i singoli casi. Per questo motivo, durante l’ultimo Keynote, Apple ha deciso di ufficializzare un ulteriore framework: CareKit. Quest’ultimo, anch’esso open source, serve a creare applicazioni per collegare medico e paziente.

Con CareKit il medico potrà monitorare in tempo reale le condizioni di salute del paziente mediante i prodotti di Apple. Potrà, per esempio, osservare il suo battito cardiaco, sapere se il paziente sta svolgendo la tabella di marcia, effettuare dei test a video e così via.

La natura altamente tecnologica dell’ecosistema, però, relega l’utilizzo solo verso le cliniche più attente alla tecnologia e con i budget adatti per adottarle. Il sistema sanitario nazionale difficilmente adotterà questi strumenti, seppur utili, perché significherebbe investire in piattaforme, sviluppo e applicazioni.

One Comment

  1. Io trovo che queste iniziative in campo medico siano veramente promettenti, semplici ma essenziali. Credo che Apple stia facendo un ottimo lavoro in questo campo, così come in quello ecologico. Mi meraviglio che faccia poca notizia, e quanto poco si impegnino in questo aspetto gli altri competitor.

Cosa ne pensi?