Com’era il campus di Pegatron prima che Apple intervenisse

dormitorio

Nell’immaginario collettivo le fabbriche cinesi sono come dei lager, dove le persone sono costrette a lavorare incessantemente per quattro soldi, spesso in ambienti angusti e poco igienici. A far crescere questa visione ci sono i tanti servizi dove le forze dell’ordine, in Italia, sequestrano delle fabbriche clandestine non a norma.

Le fabbriche che lavorano per Apple sono così? Di recente un giornalista è andato a visitare le fabbriche di Pegatron in Cina, trovando campus moderni, infrastrutture e servizi per i dipendenti. Ma è sempre stato così?

Purtroppo no. Quei luoghi angusti e poco igienici sono esistiti realmente. DailyMail ha raccolto delle foto del campus precedente, posto in Kangqiao Road East a Shanghai. Il campus adesso è abbandonato, ma prima ospitava circa 6.000 dipendenti che pagavano 20 € al mese per il posto letto.

Le immagini parlano da sole. Le condizioni non erano delle migliori. Fortunatamente l’intervento di Apple e gli investimenti hanno obbligato Pegatron a costruire in nuovo campus, questa volta più accogliente del precedente. Ma quante società faranno lavorare le persone in condizioni pietose?

One Comment

  1. Brava bravaaaa apple dobbiamo tutto a te, oltre a rivoluzionare i telefoni cellulari hai anche fatto cambiare tenore di vita ai cinesi, ti dobbiamo tanto a te e a chi pubblica questi articoli!

Cosa ne pensi?