Scova un enorme bug e Apple ti paga quanto una casa

Gatekeeper

Perché i bug dei sistemi operativi di Apple sono scoperti con molta calma? La risposta è perché Apple non paga chi scopre le falle. Molti ricercatori, infatti, trovavano più profittevole attrarre visibilità mostrando la falla scoperta, piuttosto che segnalarla alla società.

Fortunatamente adesso le cose sembrano cambiare. Ivan Krstic, ingegnere per la sicurezza dell’architettura di Apple, durante l’evento Black Hat ha annunciato che la società metterà mano al portafogli.

Le ricompense per chi trova dei bug possono arrivare ad un massimo di 200.000 dollari, quanto una casa. In questo modo gli hacker e gli sviluppatori potranno dare la caccia alle falle di iOS e macOS, per trovare i bug che sono sfuggiti agli sviluppatori dell’azienda.

Se a questo aggiungiamo il fatto che il kernel dei sistemi operativi di Apple non è più cifrato, abbiamo tutti gli ingredienti per tracciare una strada che porterà ad un aumento della sicurezza dei sistemi operativi dell’azienda.