Siri vs Google Assistant in un video

Siri vs Google Assistant

La sfida per i sistemi operativi destinata agli smartphone si giocherà sempre di più sull’intelligenza artificiale. Ormai tutti i sistemi operativi più importanti hanno il loro assistente digitale integrato. Apple ha Siri, Google ha Google Assistant (ex Google Now) e Microsoft ha Cortana.

Google Assistant, tra l’altro, è un elemento in esclusiva con i nuovi Pixel. Gli altri telefoni Android potranno continuare ad usare Google Now. Durante la presentazione di questa versione, l’assistente sembrava più sveglio di Siri, ma è veramente così?

Marques Brownlee di MKBHD ha realizzato un video dimostrativo, dove si pongono le stesse domande ad entrambi gli assistenti. Il risultato non è molto diverso tra i due.

Siri conta su una visualizzazione grafica migliore dei risultati, mentre Google Assistant gode di una migliore integrazione con il noto motore di ricerca.

La cosa interessante, però, è vedere come Google abbia colmato velocemente il divario con Siri. In futuro, quindi, se le velocità di miglioramento rimarranno costanti potremmo anche assistere ad un sorpasso.

One Comment

  1. La differenza non credo si noti in questo video (che ammetto di non aver visto) dal commento finale. Esistono decine di video dove vengono mostrati esempi tipo:
    “Chi ha vinto l’ultimo Superbowl?” (Entrambi rispondono correttamente)
    “Chi era il quarterback?” (E qui avendo omesso il soggetto dato che era sottinteso siri ha fatto scena muta mentre assistant ha risposto correttamente).

    Questo perché Assistant impara e memorizza la conversazione. Se chiedi una canzone da Spotify il giorno successivo l’aprirà sempre da Spotify salvo diversa indicazione. Se gli fai notare che il tuo cane si chiama fuffi lui il giorno dopo saprà ancora che si chiama fuffi. Assistant può interagire e diverse prove hanno dimostrato che difficilmente riuscirai ad avere sempre la stessa risposta dato che nel tempo si adatta alle abitudini ed esigenze dell’utente (pizzerie, eventi, ristoranti).
    E questa forbice si allargherà sempre di più proprio per la differenza di servizio che danno entrambi. Google si fa gli affari tuoi, ti studia e risponde alle domande in modo più personale. Apple (afferma lei) non lo fa e quindi non può adattarsi al cliente.
    Siri può giocare solo a botta e risposta e stop.
    Assistant può intavolare una “discussione” dove di volta in volta puoi evitare di ripetere le stesse cose perché si cuce sul cliente. Inutile negare i vantaggi (sempre se non si ha qualcosa a riguardo relativamente alla privacy).

Cosa ne pensi?