Un bug di Uber rivela le sue scappatelle amorose e l’uomo chiede 45 milioni

Uber

A volte la logica dei soldi si distacca da quella umana, raggiungendo una forma e un’essenza a se stante, formando figure mitologiche. Come quella plasmata da un uomo d’affari francese, come racconta Le Figaro, che ha pensato bene di fare causa ad Uber.

Al centro di tutto c’è un divorzio con i relativi pagamenti di alimenti e patrimoni. In pratica l’uomo d’affari era solito andare a trastullarsi con un’amante. Peccato, però, che ci andasse con delle auto fornite dal servizio Uber.

La moglie, che aveva lo stesso account del marito per pagare con la stessa carta, riceveva le notifiche degli spostamenti del marito, con tanto di orari e localizzazioni. Tutto questo è stato annotato per la causa di divorzio.

L’uomo, anziché fare ammenda e pensare che forse avrebbe fatto bene a tenerselo nei pantaloni, o al massimo essere più discreto, ha fatto causa ad Uber per 45 milioni di euro. Secondo l’accusa Uber non dovrebbe consentire di ricevere notifiche da un dispositivo diverso da quello usato per la prenotazione del servizio.

Cosa ne pensi?