Apple Store Cina

L’investimento di Apple in Cina è troppo importante. È una scommessa che vale miliardi di dollari. Un investimento così importante da convincere la società a soprassedere alla lotta per la libertà di stampa. Un argomento da cui Apple si tiene a distanza.

L’ultima accusa arriva dal The Vision China Times. Secondo il direttore del giornale, che spesso si esprime con poca accondiscendenza verso il governo cinese, Apple più volte si è intromessa per bloccare le sponsorizzazioni sul loro quotidiano.

La società, oltre a non voler comprare direttamente spazi pubblicitari per promuovere l’iPhone, ha convinto gli operatori telefonici a fare lo stesso. L’obiettivo è ingraziarsi il governo cinese. Se questi volesse, infatti, potrebbe bloccare ogni desiderio di espansione nella nazione rossa.

Accuse del genere arrivano anche dal giornale Epoch Times. Di recente, vi ricordo, la società arrivò addirittura a ritirare l’app del New York Times in Cina, per favorire la censura governativa.

La società ha aperto 40 Apple Store in Cina e sta investendo in centri di sviluppo e collaborazioni. Inoltre in Cina ci sono le fabbriche di assemblaggio degli iPhone e iPad. Perché va bene tutto, dal creare un mondo migliore e proteggere i deboli, ma per Apple i soldi sono soldi.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?