Denise Young Smith passa dalle risorse umane al settore inclusione e diversità

Denise Young Smith

Da mero settore dove apparire e contribuire per una questione di immagine, ad un ramo ben specifico nell’azienda per attuare cambiamenti importanti. L’impegno di Apple per la diversità e la tutela dei suoi dipendenti acquista un valore che va oltre il simbolico.

Denise Young Smith, infatti, non è più capo delle risorse umane di Apple, ma vice presiedente del nuovo settore Inclusione e Diversità. Si tratta di una posizione nell’esecutivo che vigilerà sul rispetto della diversità e la tutela della varietà nell’azienda, oltre alla partecipazione agli eventi e le politiche di supporto alla tutela dei lavoratori.

Denise Young Smith risponderà direttamente a Tim Cook, quindi la sua posizione di potere nella società resta. Ora la società sta cercando un nuovo capo delle risorse umane. Al momento il ruolo sarebbe stato coperto ad interim dal CFO Luca Maestri.

La società pubblica periodicamente un report per monitorare la diversità in azienda. Per esempio sappiamo che il 68% dei dipendenti è uomo e il 32% è donna. Il 56% è bianco, mentre il 19% è asiatico, il 12% ispanico e il 9% di colore.

Cosa ne pensi?