Tim Cook da Trump con altri CEO per le inefficienze nel governo

Tim Cook Trump

Ieri Donal Trump, presidente degli Stati Uniti, ha tenuto una riunione con i big della Silicon Valley alla Casa Bianca. Al centro dell’incontro, pianificato tempo fa, c’è stato il tema delle inefficienze del Governo americano e la possibile soluzione mediante l’uso della tecnologia.

Come ha comunicato Recode, che ha ascoltato persone che hanno partecipato all’incontro, le varie agenzie americane posseggono in totale 6.000 data center che portano costi per il contribuente. Trump voleva farsi un’idea su possibili soluzioni per ridurre gli sprechi.

Tim Cook, nel suo intervento, ha chiesto qualcosa che probabilmente porterà risultati solo nel lungo periodo: l’istituzione della materia obbligatoria della programmazione nelle scuole, per formare persone in grado di risolvere i problemi con il software.

Jeff Bezos di Amazon ha proposto di applicare una piattaforma governativa simile a quella per gli e-commerce, per gestire gli acquisti on line. Alex Karp di Palantir, invece, ha proposto di usare i Big Data per individuare gli sprechi e le frodi nelle spese federali.

All’incontro c’erano anche altre persone importanti, come Eric Schmidt di Alphabet e Nadella di Microsoft. Mancava Elon Musk che da quando ha deciso di lasciare il posto di consigliere tecnologico di Trump, a seguito dell’uscita degli USA dagli accordi di Parigi sul clima, sembra non essere più ben accetto alla Casa Bianca.

Cosa ne pensi?